Switch Language

Cinema – Le ricette della signora Toku

venerdì 8 luglio, ore 21.30
Le ricette della signora Toku
di Naomi Kawase
JP 2015, 113’

cast: Kirin Kiki, Masatoshi Nagase, Kyara Uchida, Miyoko Asada, Etsuko Ichihara

Sentaro gestisce una piccola panetteria che vende dorayaki – paste ripiene di una salsa dolce ricavata da fagioli rossi (“an”). Quando Toku, un’anziana signora, si offre di aiutarlo in cucina Sentaro accetta con riluttanza. Ma ben presto Toku dimostra di avere due mani magiche quando si tratta di preparare gli “an”. Grazie alla sua ricetta segreta, nel giro di poco tempo la piccola attività inizia a prosperare… E con il passare del tempo, Sentaro e Toku aprono i loro cuori e rivelano antiche ferite.

“La regista giapponese Naomi Kawase (46 anni), già distintasi in passato per il Gran premio speciale della giuria del festival di Cannes al suo Mogari no mori (La foresta del lutto, 2007), ha scelto un’altra storia della terza età e del confronto con le generazioni più giovani. Protagonista qui la 76enne Toku che, comparendo all’improvviso, segna una svolta nella vita di un giovane uomo triste, Sentaro – dal passato difficile ma non quanto è disseminato di dolori quello della signora – che gestisce un piccolo locale dove vende frittelle alla marmellata di fagioli. Attraverso le sue ricette Toku regala a Sentaro una profonda lezione di vita e di saggezza, di passione e di apprezzamento per la bellezza che basta saper vedere e gustare. L’andatura lenta è quella giusta, e giusto è il gioco della comunicazione emotiva e intuitiva più che verbale.” – Paolo D’Agostini, La Repubblica

“Le lezioni di Toku (la meravigliosa Kirin Kiki, attrice molto popolare in Giappone) su come preparare la pasta An diventano così come commuoventi lezioni di vita, di resistenza, e ci parlano della battaglia ostinata di qualcuno che ha trascorso il suo tempo cercando di sconfiggere un luogo comune, sempre attuale. Mescolando piani narrativi – ci sono passaggi quasi documentari – Kawase nelle mani deformi della donna traduce nel contemporaneo il trauma del dopoguerra quando appunto un lebbroso era visto come una vergogna e la famiglia doveva sbarazzarsene per il resto della vita. Eppure il film respira di grazia e leggerezza, commuove, conquista. Nella sua semplicità riesce a catturare la bellezza, che non sono immagini sontuose ma la poesia dolce e soffusa della vita: un soffio di vento, la luce tra i petali che danzano nell’aria, un albero nel bosco, canarino giallo che ritrova la sua libertà.” – Cristina Piccino, Il Manifesto

⬇ Informazioni e biglietti ⬇


Per tutta l’estate, la sera, la piazza di Cenni di Cambiamento si trasformerà nell’arena estiva di mare: quasi 60 appuntamenti con il miglior cinema nazionale e internazionale, sempre all’aperto e sempre in cuffia (ore 21.30). Un programma ricchissimo di proposte, curato da Thomas Bertacche e Sabrina Baracetti, direttori artistici del Visionario e del Far East Film Festival di Udine; inoltre alcuni dei titoli in calendario sono stati scelti in collaborazione con gli abitanti di Cenni di Cambiamento e per due serate (18/07 e 24/08) l’arena sarà uno degli spazi a disposizione di Movieday, piattaforma web che consente a tutte e tutti di organizzare proiezioni ad hoc.

Cinema all’aperto in cuffia, piazza di Cenni di Cambiamento, ore 21.30

a cura di Thomas Bertacche e Sabrina Baracetti

biglietti: intero 5,00 €; ridotto 4,50 € – under 14 e over 65; 5 ingressi 17,50 €

apertura cassa, ore 20.45

è possibile acquistare le prevendite online ➡ qui


dopo andiamo al mare?
stagione estiva 2016

Dal 21 giugno all’11 settembre 2016 mare culturale urbano realizza “dopo andiamo al mare?”, rassegna di cinema, musica, teatro, danza, circo, arte culinaria, laboratori, incontri, ballo liscio e tango.

scopri il calendario completo

clicca qui per capire come raggiungerci