Switch Language

Cinema – Lo chiamavano Jeeg Robot

lunedì 25 luglio, ore 21.30
Lo chiamavano Jeeg Robot
di Gabriele Mainetti
IT 2015, 112’

con Claudio Santamaria, Luca Marinelli, Ilenia Pastorelli, Stefano Ambrogi, Maurizio Tesei

Acclamato dalla critica italiana e internazionale, arriva in sala il primo cinecomic italiano: e tu cosa faresti con i super poteri? Enzo Ceccotti entra in contatto con una sostanza radioattiva. A causa di un incidente scopre di avere un forza sovraumana. Ombroso, introverso e chiuso in se stesso, Enzo accoglie il dono dei nuovi poteri come una benedizione per la sua carriera di delinquente. Tutto cambia quando incontra Alessia, convinta che lui sia l’eroe del famoso cartone animato giapponese Jeeg Robot d’acciaio.

“Classe 1976 e dunque “nativo” della generazione che si è nutrita di fumetti e cartoni giapponesi, e soprattutto attraverso il filtro delle edizioni italiane con le loro sigle divenute oggetto di piccoli culti pop, l’autore Gabriele Mainetti ha fatto quasi tutto per il suo primo lungometraggio, anche la musica. Realizzando con originalità di sguardo una fantasia di confine tra generi e stili.” – Paolo D’Agostini, La Repubblica

“Quello tentato da Gabriele Mainetti è un superhero movie classico, con la struttura, le finalità e l’impianto dei più fulgidi esempi indipendenti statunitensi. Pensato come una “origin story” da fumetto americano degli anni ’60, girato come un film d’azione moderno e contaminato da moltissima ironia che non intacca mai la serietà con cui il genere è preso di petto, Lo chiamavano Jeeg Robot si muove tra Tor Bella Monaca e lo stadio Olimpico, felice di riuscire a tradurre in italiano la mitologia dell’uomo qualunque che riceve i poteri in seguito a un incidente e che, attraverso un percorso di colpa e redenzione, matura la consapevolezza di un obbligo morale.

Il risultato è riuscito oltre ogni più rosea aspettativa, somiglia a tutto ma non è uguale a niente, si fa bello con un cast in gran forma scelto con la cura che merita ma ha anche la forza di farlo lavorare per il film e non per se stesso.” – Gabriele Niola

⬇ Informazioni e biglietti ⬇


Per tutta l’estate, la sera, la piazza di Cenni di Cambiamento si trasformerà nell’arena estiva di mare: quasi 60 appuntamenti con il miglior cinema nazionale e internazionale, sempre all’aperto e sempre in cuffia (ore 21.30). Un programma ricchissimo di proposte, curato da Thomas Bertacche e Sabrina Baracetti, direttori artistici del Visionario e del Far East Film Festival di Udine; inoltre alcuni dei titoli in calendario sono stati scelti in collaborazione con gli abitanti di Cenni di Cambiamento e per due serate (18/07 e 24/08) l’arena sarà uno degli spazi a disposizione di Movieday, piattaforma web che consente a tutte e tutti di organizzare proiezioni ad hoc.

Cinema all’aperto in cuffia, piazza di Cenni di Cambiamento, ore 21.30

a cura di Thomas Bertacche e Sabrina Baracetti

biglietti: intero 5,00 €; ridotto 4,50 € – under 14 e over 65; 5 ingressi 17,50 €

apertura cassa, ore 20.45

è possibile acquistare le prevendite online ➡ qui


dopo andiamo al mare?
stagione estiva 2016

Dal 21 giugno all’11 settembre 2016 mare culturale urbano realizza “dopo andiamo al mare?”, rassegna di cinema, musica, teatro, danza, circo, arte culinaria, laboratori, incontri, ballo liscio e tango.

scopri il calendario completo

clicca qui per capire come raggiungerci