Switch Language

Percorsi ospitati da mare – inverno 2017

La programmazione quotidiana integra gli appuntamenti realizzati da mare culturale urbano con una serie di attività, incontri, seminari, presentazioni, a cura di realtà del territorio che condividono con mare l’interesse per la cultura, l’arte e l’impegno sociale.

Programma dei percorsi ospitati da mare gen. feb. mar. 2017

Aperitivi letterari
ogni mercoledì alle ore 19.00 ingresso libero
a cura di librieletture.com

11 gennaio | Vermi di Rouge – Il disegno satirico
con Rouge, vignettista e street artist

18 gennaio | La polveriera dei Balcani
con Jean Toschi Marazzani Visconti, giornalista e saggista

25 gennaio | Orti urbani & Green city
presentazione del libro Zolle. Storie di tuberi, graminacee e terre coltivate (Raffaello Cortina ed.)
con l’autore Stefano Bocchi, agroecologo, georgofilo e territorialista
intervengono Tiziana Monterisi, architetta, presidente associazione culturale “Coltivare la città”
Franco Beccari degli Orti Sociali di viia Padova e Legambiente
Lucia Giannattasio, Tina Monaco e Enrico Coccia, curatori e coltivatori dell’Orto Urbano di via Tortona
e mostra fotografica dedicata agli orti urbani milanesi
a seguire presentazione di Donne di Terra 2017 – 12 mesi di resistenza contadina in Campania
calendario e mostra fotografica dedicati ad esperienze di donne contadine nel sud Italia
con l’intervento musicale di ficufresche (canti contadini dell’alto casertano)
e degustazione di formaggi provenienti dalle colline di Sessa Aurunca (CS)

1 febbraio | Il grande Iran
conferenza dibattito con Giuseppe Acconcia, giornalista e saggista
e Gianluca Pulsoni (giornalista), Michela Mercuri (ricercatrice)

8 febbraio | La poesia oggi
con Marco Saya, editore
e con la partecipazione di Luca Vaglio, giornalista e autore del saggio “Cercando la poesia perduta”

15 febbraio | Il fantastico mondo di Fruitore Di Nonsense
reading performativo di e con Valerio Carbone con brani tratti dal romanzo “Il mercante d’acqua”, dall’antologia “Lode a Mishima e a Majakovskij” e altri inediti

22 febbraio | Ucraina e Donbass
con Enrico Vigna, saggista e giornalista, curatore di “Noi sotto le bombe. I bambini del Donbass scrivono (con i disegni dei bambini)”, insieme a Viktoria Shilova e Nataliya Popova, edito da Zambon
e mostra di disegni fatti da bambine e bambini ucraini durante la guerra

1 marzo | Graphic novel contemporanea
con Paolo Castaldi, fumettista e autore di graphic novel
Ha pubblicato Nuvole Rapide, (in due volumi, Edizioni Voilier, 2009, 2010), Etenesh, l’odissea di una migrante (BeccoGiallo, 2011) con il quale ha vinto il Premio Boscarato Autore rivelazione dell’anno al Treviso ComicBookFestival 2011, e Diego Armando Maradona (BeccoGiallo, 2012), tradotto in cinque paesi. Nel 2014 il sodalizio con la casa editrice padovana BeccoGiallo si arrichisce di due ulteriori volumi, Chilometri Zero, un reportage a fumetti sull’Italia dell’economia solidale e Gian Maria Volonté, per la sceneggiatura di Gianluigi Pucciarelli.
Nel 2015 la sua ultima pubblicazione, assieme allo scrittore Boris Battaglia, Pugni, storie di boxe.

8 marzo | Finirà questo silenzio
Maria Lombardi, scrittrice e giornalista presenta il suo romanzo “Finirà questo silenzio” (Carta Canta Editore), la storia tutta al femminile di due sorelle e della loro vita insieme.

Il romanzo racconta una dolorosa, serrata, incalzante storia familiare; una storia di normale infelicità familiare, raccontata con bella evidenza e profondo coinvolgimento. C’è al centro una madre sofferente, chiusa in una prigione di silenzio, sprofondata sempre più nella malattia, che è anche l’esito della propria lancinante esperienza di figlia prima e poi di moglie e madre. Con lei, le figlie, due sorelle, Silvia e Caterina, di 10 e 5 anni, aggrappate l’una all’altra per farsi bastanre il poco di amore che c’è, l’affetto disordinato della madre, quello fragile di un padre con una doppia vita… 
A seguire Cena con le Mamme del Mondo.

15 marzo | La città sradicata. I migranti mappano Milano
Tavola rotonda con gli interventi di
Diana De Marchi, Presidente della Commissione Pari Opportunità e Diritti Civili del Comune di Milano,
– Esther, originaria del Camerun, in Italia con un permesso per asilo politico, parte di un progetto dedicato alle donne della Cooperativa Il Melograno,
– alcuni volontari attivi in progetti di accoglienza e inserimento dei migranti a Milano
accompagnata da una mostra di disegni realizzati da bambini e bambine siriani in transito per Milano
a seguire proiezione di Filocontinuo di Matteo Cavalleri, Salvio Cianciabella, Carlo D’Elia (2015 – IT, ’18)
con gli interventi di alcuni rappresentati di Rete di Imprese Passepartout, che comprende le cooperative La Cordata, Genera, Tuttinsieme, Fuori Luoghi e Progetto Integrazione.

Giovani, soli e senza identità. Persone che scappano da povertà, violenze e guerre. ll loro destino appeso a un filo. Molti hanno perso la loro casa, spesso anche le loro famiglie. Mai, però, la speranza. Popal Zai, 26 anni, originario dell’Afghanistan, la sua terra non l’avrebbe lasciata, «se ci fosse stata l’opportunità di scegliere». Anche perché vivere fuori può essere più complicato. «Sono venuto a piedi in Italia per assicurare un futuro anche alla mia famiglia — ammette —. Sarei voluto restare, ma dopo la guerra, o me ne andavo o facevamo una brutta fine». Il documentario segue le vicende di dieci uomini (sei nigeriani, due senegalesi, un gambiano e un afgano) ospiti da qualche mese in una struttura temporanea in Lombardia. L’accoglienza in Italia, per loro, assomiglia a un limbo in cui restano in attesa per mesi. “Filocontinuo” mette in evidenza i diversi motivi che li hanno spinti a emigrare, le differenti ragioni che li hanno convinti a scappare da casa loro e soprattutto le difficoltà del viaggio. Storie spesso drammatiche, aggravate dal fatto che i protagonisti sono giovani uomini in cerca di una vera opportunità in grado di cambiare per sempre la loro vita.
Questa è la storia di un’opportunità. Di giovani uomini, soli e senza identità. Persone che scappano da povertà, violenze e guerre. ll loro destino appeso a un filo. Molti hanno perso la loro casa, spesso anche le loro famiglie. Mai, però, la speranza.
Qui il TRAILER 
 22 marzo| Giallo d’Avola
con Paolo Di Stefano, scrittore e giornalista
a seguire cena senza proteine animali: Radici

29 marzo | Ludocrazia. Il fenomeno sociale del gioco d’azzardo
con Maria Cristina Perilli, autrice di “Giocati dall’azzardo – mafie, illusioni e nuove povertà“, edito Sensibili alle foglie: una panoramica sul mondo del gioco d’azzardo e sulle patologie collegate, le ricadute sociali, le responsabilità statali e individuali.
Maria Cristina Perilli è psicoterapeuta e si occupa dal ’96 di patologie nell’ambito del gioco, nel pubblico e nel privato. Dal 2012 crea e attua progetti di informazione-prevenzione in questo campo ed è membro attivo di Libera Contro le Mafie e della campagna nazionale Mettiamoci in gioco.


Talk a cura di Lezpop.it e Gaia 360°
15 gennaio; 12 febbraio; 12 marzo
domenica dalle ore 18.30, ingresso libero

LezPop è il primo sito italiano di informazione edicato alla cultura lesbica e queer. Gaia360° è un’associazione, nata nel 2005, che si occupa di ideare e realizzare eventi per donne gay e per un pubblico eterofriendly, improntati alla ricerca musicale e artistica.
Dall’incontro di queste due realtà nasce una serie di talk, una volta al mese, in orario aperitivo.
L’incontro del 15 gennaio sarà all’insegna dei fumetti con la presentazione del libro “I dolori della giovane libraia” (001 Edizioni) di Laura Mango.
Ospite della serata di domenica 12 febbraio è la fotoreporter Zoe Vincenti, che coi suoi scatti ha raccontato le donne di tutto il mondo, dall’Africa al Sudamerica, passando per la scena indie italiana. Inoltre l’artista Sofia Love and Co. presenta il progetto Dancing Freaky Dolls, che riflette sull’identità di genere, sulla moda e sulle arti visive attraverso alcune originali creazioni di bambole. Il tutto accompagnato dal dj set di Ubi Broki.
Il terzo appuntamento, sempre dalle ore 19.00 e sempre a ingresso libero, del 12 marzo vedrà il live acustico di Giuliètte (The Voice of Italy 2015) e Alessia Castelli from Shooting Stars, e a seguire la selezione musicale della Redazione di Lezpop con LaMile alla consolle. L’incontro della serata è con la fumettista romana Frad, autrice di “Non facciamone un lesbodramma”, raccolta autoprodotta delle sue vignette in cui racconta alcuni lesbodrammi, amori che si disinnamorano, disinnamori che si innamorano, sfighe varie, vagine parlanti…


Sessione di Yoga Nidra a mare culturale urbano
domenica 12 marzo, dalle ore 9.30 alle 11.00
a cura di Carlotta Broglia

L’importante nello Yoga non é quello che facciamo nè per quanto tempo pratichiamo,  ma l’atteggiamento con il quale lo portiamo a termine. Lo Yoga Nidra è una tecnica di rilassamento profondo che porta a una completa distensione del corpo e della mente e induce a uno stato meditativo. Dona tranquillità, chiarezza mentale, consapevolezza del proprio corpo e riposo ristoratore. Riduce la tensione fisica, mentale e emozionale. Adatto in particolare a chi soffre di insonnia, tensione muscolare, ansia, stress, paure, ma anche per le donne in gravidanza, per sportivi prima delle gare per migliorare le proprie prestazioni, per chi desidera portare cambiamento nella propria vita. Come preparazione al Yoga Nidra, si praticheranno semplici posture, Asana, per sciogliere la tensione nel corpo ed esercizi di Pranayama per reintegrare una respirazione ampia, profonda e naturale.

Per maggiori informazioni scrivere a carlotta@alquimialanzarote.com
Costo di patecipazone 15 €
Abbigliamento comodo, portare una coperta ed un cuscino.

Da 10 anni si dedica alla pratica e all’insegnamento del Hatha Yoga per adulti e per donne incinta. Insegnante certificata dalla AEPY. Come Doula accompagna le donne nel processo di gravidanza, parto e post-parto.
Vive attualmente tra Lanzarote e Barcellona, pioniera in Spagna del Life-Alignment (Allineamento della Vita), una tecnica di equilibrio energetico che attraverso la memoria cellulare collega il blocco fisico alla sua origine emozionale.
www.life-alignment.es
Fondatrice del progetto Alquimia Lanzarote, organizza ritiri ed eventi per la crescita personale in connessione con la natura. www.alquimialanzarote.com. 

#SEGUILBIANCO – Biancotaste
sabato 18 e domenica 19 febbraio
dalle ore 12.00

La mozzarella nasce in Campania, le sue origini risalgono al XII secolo. Dopo la cottura, i monaci la “mozzavano” a mano e la offrivano ai pellegrini. Nel mondo oggi la mozzarella è ambasciatrice del gusto italiano, da sola o come ingrediente base della pizza. Biancotaste la produce fresca ogni giorno e la serve condita o farcita, secondo la più classica tradizione. Prima ancora che imprenditori, infatti, chi lavora per Biancotaste sono golosi che hanno trasformato la propria passione in un emozionante progetto: portare nel mondo la tradizione della vera mozzarella di bufala, preparata in giornata, a Miami come a Vietri.
Il giro per il mondo di Biancotaste fa tappa a mare: qui si ritroveranno un futuro ingegnere, un cuoco e uno studente liceale, uniti da una smisurata passione per la cucina e per i prodotti della tradizione, con l’obiettivo di tramandare, attraverso ricette tipiche, una storia, un modo di vivere e di mangiare. Biancotaste porta di città in città la mozzarella, producendola fresca sul luogo, per farla degustare anche calda e per raccontarne la lavorazione, come all’interno di un piccolo caseificio in tour.


PIATTI CALDI: Paccheri / Mozzarella in carrozza / Crocchè
BOCCACCI: Pan cotto al pomodoro (con stracciatella) / Pan cotto vegetariano
BURRATE:  Semplice /  Vegetariana /  Al salmone
DOLCI: Cheese cake / Scomposto stracciatella e mele


Sabato 25 febbraio 2017, ore 21.00
Alberto Pizzo in “La musica non ha genere”, conversazione e concerto
Alberto Pizzo presenta il suo ultimo album “Memories” e il libro di Gianluca Fronda “Il viaggio di Alberto Pizzo – Un piano segreto”, edito da Graus Editore.
Intervegono Alberto Pizzo, pianista, Roberta Beolchi, Direttrice Editoriale di Graus Editore, Lucia Monaco, Direttore Scientifico di Fondazione Telethon, Andrea Capaldi, ceo e cofondatore di mare.
ingresso libero fino a esaurimento dei posti disponibili

La presentazione sarà preceduta alle ore 18.00 da uno degli appuntamenti della rassegna Yamaha a mare, nella quale si è esibito anche Alberto Pizzo lo scorso novembre 2016, con il concerto della pianista Maria Clementi.

Alberto Pizzo, raffinato pianista napoletano, ha lanciato il suo ultimo lavoro, Memories, lo scorso marzo 2016, prodotto da Sony Classical e realizzato presso gli Abbey Road Studio di Londra con la London Symphony Orchestra, fra le più prestigiose del mondo, diretta dal premio Oscar Luis Bacalov, co-direttore artistico e co-arrangiatore dell’album.  Qui il video di Alberto Pizzo & The London Symphony Orchestra (Abbey Road Studio).

Il viaggio di Alberto Pizzo – Un piano segreto, scritto dal musicista Gianluca Fronda, con la prefazione di Mel Gill, edito da Piero Graus, è dedicato alla memoria del piccolo Francesco Caputo, noto come Spiderciccio, e a quella di tutti i bambini in lotta contro le malattie rare, ed è promosso dalla Fondazione Telethon, che ha anche sostenuto la realizzazione del murales dello street artist Solo sui muri di Città della Scienza a Napoli. Alberto Pizzo, zio di un amico di Ciccio, ha scelto di destinare parte del ricavato delle vendite del libro alla stessa Fondazione Telethon, impegnata nella ricerca sulle malattie genetiche rare. Il libro è uscito nelle librerie a fine gennaio; di prossima uscita, le traduzioni in inglese e giapponese. Gianluca Fronda ha seguito la storia di Alberto Pizzo, svelando tra le righe il suo “piano segreto” per il successo e sconfiggere le tante difficoltà che ogni artista incontra lungo la propria carriera. Ma quella che il lettore incontra è soprattutto la storia di un’amicizia, di un viaggio spirituale che Alberto Pizzo ha compiuto attraversando il Giappone e gli Stati Uniti negli ultimi anni della sua intensa carriera, trovando nell’amore per la musica la strada per l’emancipazione e l’affermazione del proprio talento.

Alberto Pizzo è nato a Napoli nel 1980, dove si è diplomato al Conservatorio San Pietro a Majella. Dopo alcune importanti esperienze di composizione per programmi RAI e una serie di concerti internazionali, nel 2011 si trasferisce a New York, esibendosi nei locali jazz di Manhattan. Nel 2012 realizza Funambulist per la Cinevox Record, disco che contiene alcune rivisitazioni di celebri colonne sonore, da Ennio Morricone a Goblin, oltre a brani della tradizione napoletana e inediti (con special guest il sassofonista Francesco Cafiso). Nel 2013 coproduce con Fabrizio Sotti On The Way, registrato dal vivo al Bunker Studio’s di New York, in cui sono coinvolti importanti artisti internazionali, come Mino Cinelu, Renzo Arbore, Toquinho e David Knopfler, coautore di “This ship has sailed”, brano inedito registrato a Londra, scritto e cantato da Knopfler con la musica di Pizzo, eseguita da lui al piano affiancato da Martin Ditcham, batterista dei Rolling Stones, Sade, Elton John, da Pete Shaw, bassista anche degli U2, e da Harry Bogdanovs, chitarrista di Elthon John, Westernhagen, John Farnham. Nel 2013 e nel 2014 si esibisce al Ravello Festival e a Piano City Napoli, oltre a proseguire nel tour promozionale di On The Way in Italia e all’estero, dal Teatro Bellini di Napoli (con Chick Corea), all’Highline Ballroom di New York, invitato come unico artista italiano al Blue Note Jazz Festival, fino a diversi teatri giapponesi. Nel 2014 si esibisce per la 30ª edizione del Premio Sele d’Oro, in cui incontra il Maestro Luis Bacalov, ed è direttore musicale e pianista al Teatro Diana di Napoli nello spettacolo “La sciantosa” (con Serena Autieri). Qui è anche protagonista, nel 2015, del progetto musicale “3 Piano Generations”, sul palco con Luis Bacalov e Danilo Rea, che prosegue con successo anche presso l’Auditorium del Porto Antico di Genova, in trio con Luis Bacalov e Stefano Bollani, e presso il Teatro Romano di Spoleto, nell’ambito del Festival dei 2Mondi, in trio con Luis Bacalov e Rita Marcotulli. A febbraio 2015 il suo brano “Mediterraneo” viene scelto e pubblicato dalla Sony Music in una raccolta dei migliori artisti esibitisi nell’anno 2014 sul Palco Smeraldo di Eataly Milano. Fra i vari impegni dell’estate 2015, significativi sono la sua esibizione a Piano City Milano, il ritorno in Giappone con un mini tour e il concerto con il maestro Bacalov all’Ohrid Summer Festival in Macedonia.
Nel 2015 diventa “Official Artist Yamaha” e subito dopo entra nella famiglia della Sony Classical che ha pubblicato il suo ultimo progetto discografico “Memories”, registrato nel 2015 nello Studio Uno degli Abbey Road di Londra con la London Symphony Orchestra, diretta dal maestro Luis Bacalov, anche direttore musicale e arrangiatore delle composizioni di Alberto Pizzo. Nella primavera del 2016 ha presentato il suo CD in Italia ed in diversi paesi nel mondo. Nell’estate 2016 ha realizzato un documentario sulla sua città, Napoli attraverso la vita di Alberto Pizzo, un viaggio tra i luoghi ed i personaggi più significativi della vita partenopea, trasmesso dal principale canale della televisione giapponese NHK. Sempre nel 2016, oltre ad un tour di concerti in Italia, Alberto ha suonato in Giappone a maggio e luglio, in Turchia a Istanbul, in Thailandia a Bangkok.

Gianluca Fronda, pianista, compositore e scrittore amalfitano, nasce a Salerno nel 1977. Diplomatosi in pianoforte al Conservatorio San Pietro a Majella di Napoli, è un artista eclettico, co-compositore del brano Kronos, presente nell’ultimo CD di Alberto Pizzo, Memories


Lettura scenica
15 gennaio; 19 febbraio; 19 marzo
dalle ore 15.00 alle 19.00
laboratorio a cura di Lorenzo Volpi Lutteri
Un’opportunità per sperimentare nuove possibilità espressive, mettersi alla prova e approfondire i meccanismi della narrazione.
Per informazioni, costi e prenotazioni: lutteri@gmail.com


Hatha Yoga
ogni martedì dalle ore 8.45 alle 9.55
corso a cura di Milano Yoga
Per informazioni e iscrizioni: milanoyoga.com


Ersilia Galbusera, Maga e fattucchiera
mercoledì 1 marzo
ore 21.00
regia di Bruno Volpon e Compagnia Teatral Figines “L’è bel e fada” de Milan
Due atti comici di Luigi Porta messi in scena dalla Compagnia Teatral Figines “L’è bel e fada”, nata a Figino negli anni ‘70 dalla passione di alcuni amanti del teatro, costruendo un repertorio in cui testi per lo più dialettali della cultura popolare, vengono riadattati e interpretati da attori rigorosamente dilettanti. La compagnia ha calcato con successo i palcoscenici dell’area milanese ed extra provincia, mettendo in scena lavori sia in “lingua de dialett” che in italiano.


Scopri le prossime attività

Rimani aggiornata/o

Viaggia attraverso i progetti realizzati

Scopri via Novara 75


Per avere maggiori informazioni su mare culturale urbano:

  •  sale prova
  • percorsi di formazione
  • per affitto spazi e eventi
  • per tutto il resto c’è