Switch Language

raster goes electronic

giovedì 15 giugno, dalle ore 19.00
raster goes electronic
con Veyl, Sonars, Birø

Veyl electronic // ambient // pop

Electronic musician, singer, theremin player, Veyl nel 2012 inizia a produrre musica elettronica e a dare vita al suo progetto solista; le sue sonorità spaziano da un’elettronica oscura e abissale a sonorità e melodie vocali pop.

Veyl inizia il proprio percorso musicale studiando pianoforte classico e gradualmente si avvicina ai sintetizzatori e al theremin, suonando in diverse formazioni e come turnista. Con il progetto nihil est ha pubblicato il disco Nuvole Notturne (Seahorse Recordings) e ha collaborato con Toshiyuki Yasuda e Gak Sato nell’album Nameless God’s Blue (Megadolly). Nel 2012 inizia a produrre musica elettronica. “Broken Arms” è il titolo del primo singolo estratto da Ayorama (tba), il primo ep di Veyl. Con il video di “Broken Arms”, uscito in anteprima su Vice, Veyl è stata selezionata da MTV New Generation come artista della settimana. Il video è attualmente in rotazione su MTV all’interno del programma MTV New Zone. Veyl è stata inoltre tra i quattro candidati nella categoria Best New Generation Electro degli MTV Digital Days 2016.

“Dirty Car”, seconda traccia di Veyl, prodotta in collaborazione con il genovese Useless Idea, è uscita nella compilation di beneficienza Touched 3 – Music for Macmillan Cancer Support, accanto a grandi nomi dell’elettronica come Autechre, Amon Tobin, port-royal, Plaid, Richard Devine, Future Sound of London e Holly Herndon.


Sonars astral pop / psychedelic / electro

Gruppo formato nel 2014 da Frederick Paysden (chitarra) e Serena Oldrati (tastiere). Le loro sonorità prendono ispirazione da gruppi come Flaming Lips, MGMT, Tame Impala, Radiohead e Gorillaz.

Il 9 Gennaio 2015 esce l’EP di debutto “Jack Rust and The Dragonfly IV” (Dilruba Records), un concept EP autoprodotto di quattro brani che racconta il viaggio interstellare dell’astronauta Jack Rust, disperso nello spazio a bordo della navicella Dragonfly IV, il tutto accompagnato da un immaginario fumettistico nello stile retro-futuristico di Jeff Hawke, e Doctor Strange di Steve Ditko. Riceve subito ottime recensioni dalla stampa, e viene seguito dal singolo “Desert Moon” in anteprima sul Mucchio Selvaggio. In seguito inizia il “Dragonfly IV Tour” che conta più di 200 concerti, con date in Italia, Francia, Svizzera, Germania, Austria e Olanda, portando i Sonars a condividere il palco con artisti tra cui: Verdena, Motta, Edda, Fast Animals and Slow Kids, Moseek,

Gnoomes, Holy Wave, Dewolf, The Lucid Dream, Cesarians, DTCV, Echoic. Nel 2016 i Sonars vincono il contest di Arezzo Wave guadagnando il titolo di “Miglior gruppo Italiano nel 2016” e partecipano a vari festival tra cui EuropaVox in Francia, accanto a gruppi del calibro di “The Last Shadow Puppets” e il Rome Psych Fest, con i “The Warlocks” e “Dead Rabbits”. Il 2017 si apre con la partecipazione ad Eurosonic Noorderslag, il più grande showcase europeo, accompagnato da una serie di date tra Germania, Olanda e Svizzera. 


Birø indie / elettronica

Cantautore, classe 1990, originario di Varese, Birø punta a coniugare la tradizione cantautorale italiana con l’elettronica contemporanea, raccontando storie attraverso musica e parole.

“Incipit” è l’EP d’esordio di Birø, prima produzione di RC Waves. Disponibile su Spotify e tutte le principali piattaforme streaming distribuito da Sounday e in copia fisica in limited edition. L’inizio di una storia, raccontata attraverso 5 brani, intorno alla gioventù di un ragazzo, nel tempo di un’unica serata, come sfogliando le pagine di un libro. Tutte le parti strumentali sono state composte ed arrangiate dallo stesso Birø in collaborazione con Mattia Tavani dei Belize e Giacomo Zavattoni di RC Waves, che ha anche prodotto l’intero EP; i cori in “Invernø” sono di Cristina Italiano. Per ogni ogni traccia è stata realizzata un’illustrazione da Vanni Vaps, grafico/illustratore che ha collaborato, tra i molti, con Vans e un video opera di Marcello Rotondella, talentuoso visual artist di Novara, di base a Roma.

RC Waves è un progetto indipendente nato a Varese ma con sede a Milano. Un contenitore di musica che intende produrre e promuovere giovani artisti, cercando di cucire su ognuno di loro il vestito che maggiormente esalti le loro capacità e aspirazioni musicali. 


La stagione estate di mare culturale urbano è realizzata da mare
con il patrocinio del Comune di Milano
con il contributo di Fondazione Cariplo
con il sostegno di Yamaha | Moroso | Fastweb | Hape
con la collaborazione di Visionario | Librieletture.com | Oasi del Piccolo Lettore
media partner Zero | Radio Popolare | Spotlime | Indie Roccia


Scopri le prossime attività
Rimani aggiornata/o
Viaggia attraverso i progetti realizzati
Scopri via Novara 75


Per avere maggiori informazioni su mare culturale urbano:

  •  sale prova
  • percorsi di formazione
  • per affitto spazi e eventi
  • per tutto il resto c’è