Switch Language

Reading “Lode a Mishima e a Majakovskij”

Martedì 18 ottobre 2016 ore 19.00
Reading del libro Lode a Mishima e a Majakovskij con l’autore Valerio Carbone.

Nessun tecnicismo sui personaggi storici di Yukio Mishima e Vladimir Majakovskij, semplicemente quattro racconti.
Un libro che non vuole esibire delle semplici biografie, piuttosto utilizzare gli spunti ricevuti dalle letture delle opere di questi due autori, così lontani e vicini al contempo, estremamente controversi e affascinanti a loro modo, per analizzare in maniera critica, tramite la letteratura, il rapporto tra individuo e società, la frizione del singolo nei confronti del conformismo e dell’emancipazione, la solitudine e la fierezza, la ferocia della vita e della morte.

A cura di librieletture

Valerio Carbone, laureato in Filosofia, collabora con l’Università degli Studi di Roma Tre e con la rivista d’approfondimento filosofico Consecutiotemporum. Pubblica nel 2010 il racconto La confusione chiara (2010) e nel 2012 produce in collaborazione con la SoundMakers di Roma e la SubTerra di Viterbo il disco di canzoni inedite Wittgenstein-Haus. Nel 2016 pubblica il romanzo “Il mercante d’acqua”

Flavio Carlini è scrittore, reporter e video-maker. Laureato in Filosofia presso l’Università degli Studi di Roma Tor Vergata con una tesi sui crimini di guerra del Novecento, nel 2008 ha pubblicato il romanzo Le cronache del Quartiere (Aletti) e nel 2009 il romanzo Downtown (Casini Editore). Per Edizioni Haiku ha anche pubblicato La corte dei miracoli (2010).  

Mishima Yukio, pseudonimo di Hiraoka Kimitake, (Tokyo, 14 gennaio 1925 – Tokyo, 25 novembre 1970) è stato uno scrittore, drammaturgo, saggista e poeta giapponese, che ebbe notorietà anche come attore e regista cinematografico.
Mishima fu uno dei pochi autori giapponesi a riscuotere immediato successo anche all’estero.
Le sue numerose opere spaziarono dal romanzo alle forme modernizzate e riadattate di teatro tradizionale giapponese Kabuki e Nō, quest’ultimo rivisitato in chiave moderna.
Mishima fu nominato al Premio Nobel per la letteratura per tre volte in un periodo in cui era il beniamino di molte pubblicazioni straniere. Tuttavia, nel 1968 il suo primo mentore Kawabata Yasunari vinse il Premio Nobel e Mishima si rese conto che le probabilità che il premio fosse dato ad un altro autore giapponese sarebbero state scarse nel nel prossimo futuro.
Personaggio difficile e complesso, interpretava invece una personale visione del nazionalismo nipponico in chiave nostalgica, un conservatore decadente come lo definì Alberto Moravia, che lo aveva incontrato nella sua casa in stile occidentale liberty in un sobborgo di Tokyo.
Egli si autodefiniva apolitico e antipolitico. Tra i suoi ideali più forti vanno annoverati il patriottismo, che ispirò anche numerosi personaggi delle sue opere, e il culto per l’Imperatore, visto non come personaggio reale, storico o figura autoritaria ma come ideale astratto e/o semidivino, incarnazione dell’essenza del Giappone tradizionale.
Tra le molte opere ricordiamo: Confessioni di una maschera (1949), il padiglione d’oro (1956), La voce degli spiriti eroici (1966)

Vladímir Vladímirovič Majakóvskij  (Bagdati, 7 luglio 1893 – Mosca, 14 aprile 1930) è stato un poeta, scrittore, drammaturgo, regista teatrale, attore, artista e giornalista sovietico, cantore della rivoluzione d’Ottobre e maggior interprete del nuovo corso intrapreso dalla cultura russa post-rivoluzionaria.
La voracità intellettuale di Vladimir Vladimirovic Majakovskij è leggendaria, la sua presenza fisica imponente ne fa una sorta di divo spettacolare.  Il successo del poema Tu!, steso durante gli anni della Prima Guerra mondiale, è debordante e del tutto imprevisto. L’adesione di Majakovskij alla Rivoluzione d’Ottobre lo rende ancor più popolare e amato. La celebrazione dell’industrializzazione sovietica, poi, non fa altro che proiettarne la figura ai ranghi elevati dell’intellighènzia rivoluzionaria. E’ una situazione destinata però a incrinarsi. L’avvento di Stalin e la palese trasformazione degli ideali rivoluzionari in gestione del potere nelle mani di un tiranno non possono essere esenti da un violento attacco, che Majakovskij non intende negarsi. 


Scopri le prossime attività

Rimani aggiornata/o

Viaggia attraverso i progetti realizzati

Scopri via Novara 75