Switch Language

#ventunogiugnoduemilasedici

martedì 21 giugno 2016 è il giorno più lungo di mare culturale urbano: la data giusta per festeggiare l’apertura di Cascina Torrette di Trenno, in via G. Gabetti 15, con un evento a ingresso libero dalle ore 18.30.

Nella notte in cui il sole insegue la luna fino a tardi e in tutta Europa si celebra la musica, abbiamo scelto di condividere con tutte e tutti il nostro giorno più lungo, con una festa che dà il via alle attività di mare culturale urbano in Cascina Torrette di Trenno e alla stagione estiva 2016 “dopo andiamo al mare?”, rassegna di spettacolo dal vivo, cinema in cuffia, jazz, ballo, arte culinaria, workshop, che proseguirà fino all’11 settembre con un calendario fittissimo di appuntamenti.

⬇ Ecco la line up ⬇

dalle ore 18.30
Preparazione live e degustazione di piatti a cura di 8 gruppi formali e informali di zona 7,
cucineranno le loro specialità le associazioni Vivere San Siro, Officina Gabetti 15, Mondo Donna, Domo Nostra, il progetto Orti di San Carlo, il GAS di Quarto Cagnino, il Bar Mario di Figino, l’artista Naby Eco Camara
Dj set a cura di Max Troiani e Andrea Mi

ore 20.30
Marianne Mirage live – cantautrice urban soul

ore 21.30
Intervento della Corale Polifonica Sforzesca

ore 21.45
Installazione video “Cucine Aperte”
a cura di donpasta, con i vj Antonello Carbone, Davide di Gandolfo, e il dj Max Troiani
cura grafica di Betterpress lab
ritratti fotografici realizzati da Francesca Todde

ore 22.15
Cooking dj set, donpasta & Richard Dorfmeister
Lo spettacolo della cucina incontra la magia della musica elettronica live, in uno speciale cooking dj set in cui si esibirà uno duo inedito, composto da donpasta e Richard Dorfmeister, il grande dj e produttore austriaco, pietra miliare dell’elettronica internazionale. Grazie al prezioso contributo di IB Italia e alla collaborazione con Exotique, Richard Dorfmeister porterà a mare la sua grande esperienza musicale, spaziando fra movimenti deep, ritmi bassi, suoni electro e calde sensazioni latineggianti.

Max Troiani è in onda tutti i giorni all’alba su m2o Radio con la sua trasmissione Soul Cookin.
Andrea Mi nasce come dj radiofonico curando dal 1993 trasmissioni e dj-set sull’emittente toscana Controradio e sulle frequenze nazionali di Popolare Network, dedicandosi principalmente ai nuovi suoni della scena elettronica internazionale. ‘Mixology’ è la sua trasmissione radio settimanale e l’omonimo podcast. Scrive per Soundwall, Mucchio Selvaggio e RBMA. L’ispirazione per il suo suono muove dal dub e dai beat e si sposta verso nuove le contaminazioni elettroniche all’insegna dell’eclettismo: bass music e progressioni ritmiche di varia natura. Con Backwords ha fondato la nuova label OOH Sounds dedicata ai suoni sperimentali. Negli anni ha fatto girare i dischi in molti club italiani e internazionali; è resident dj del Kode1 di Bari e della nuova one night _Underpop al Tenax di Firenze oltre che delle storiche Vibranite all’Auditorium Flog. Ha girato i dischi con artisti come Coldcut, Kode9, Daddy G, Tricky, Jazzanova, Soul Jazz Sound System, Lee Scratch Perry, David Rodigan, ?uestlove, Cooly G, Mala, DaM-Funk e molti altri… Ama definire il suo suono “from dub to club”.

Marianne Mirage
La giovane e talentuosa cantautrice urban-soul, accompagnata da Francesco Meles alle zucche africane, porta in Cascina, chitarra e voce il suo disco d’esordio “Quelli come me”, da poco pubblicato per Sugar, l’etichetta discografica di Caterina Caselli.
Una voce moderna ed antica allo stesso tempo. Inizialmente ispirata al jazz, grazie alle sue numerose influenze ed alla sua voglia di sperimentare, arriva ora ad un concetto di urban-soul diretto e naturale. “Quelli Come Me” è il disco di debutto pubblicato il 25 marzo 2016 per Sugar, l’etichetta discografica di Caterina Caselli. Anticipato da “Lo So Cosa Fai”- street single con il feat. del rapper Elijah Hook – e dal singolo “Game Over”, presentato dai principali network italiani, “Quelli Come Me” è una finestra aperta sul mondo cosmopolita di Marianne Mirage. Prodotto da Max Elli e Jack Jaselli, registrato all’Auditoria Records e mixato da Enrico La Falce, il disco è un inno alle battaglie quotidiane ed alle storie di vita.
www.mariannemirage.com
www.sugarmusic.com
il video di “Game Over”
www.facebook.com/MarianneMirageOfficial
www.instagram.com/mariannemirage

Corale Polifonica Sforzesca
Diretta dal Maestro Fabio Moretti, la Corale proporrà un piccolo assaggio del suo repertorio.
La Corale nasce a Milano nel 1984 sotto la guida di Umberto Balestrini. Nel settembre 1993 la direzione del coro viene assunta da Fabio Moretti, con il quale affronta il repertorio corale-orchestrale barocco e classico e la letteratura liederistica corale a cappella del Romanticismo tedesco. Dal settembre 2000 ad oggi canta il Gospel, gli spiritual, il jazz, lo swing e il canto popolare sudamericano. Dal 2006 ha in repertorio inoltre il Requiem di G. Fauré, il Begräbnisgesang di J. Brahms, alcuni brani di C. Monteverdi, alcune cantate di D. Buxtehude, e canti sacri bizantino-slavo.
La Corale Polifonica Sforzesca è composta da circa 30 elementi ed è iscritta all’USCI (Unione delle Società Corali Italiane), delegazione di Milano dal 1998.
www.coralepolifonicasforzesca.it

Installazione video “Cucine aperte”
Dimmi cosa mangi e ti dirò chi sei, si dice. La cucina è una porta d’accesso importante sulle vite, le abitudini, le relazioni delle persone e in ultima istanza sull’anima di un luogo. Il quartiere e i suoi abitanti sono i protagonisti dell’installazione video site specific realizzata con le testimonianze raccolte dalle comunità di Quarto Cagnino e San Siro, remixate dal vivo sui muri dei palazzi circostanti e visionabili in loop, in versione integrale, all’interno della Cascina.
Donpasta da anni esplora l’Italia e entra nelle case dei cittadini per indagare, attraverso piatti e ricette, le loro storie e le tradizioni delle diverse comunità, il loro presente e il loro passato. In zona 7 a Milano ha incontrato donne e uomini ai fornelli, si è accomodato alla loro tavola e ne ha raccolto gesti, voci, esperienze: un affresco emozionante e corale di una comunità variegata, tra pentole, padelle e soffritti.

I ritratti degli abitanti di zona 7 intervistati da donpasta per Cucine Aperte sono stati realizzati da Francesca Todde.
Avvicinare le persone attraverso la cucina, entrando nell’intimità delle loro case e della loro memoria, ha permesso di scoprire la grande varietà di anime di questo quartiere e la forte risonanza tra i ritratti delle persone e il luogo in cui vivono.  I volti incontrati si sono offerti all’obiettivo così come hanno donato il loro cibo, che è diventato uno strumento di conoscenza comune e ha permesso di ritrovarsi semplicemente gli uni difronte alle altre. Ogni ritratto è un dono e di questo ringraziamo Shadia, Mara, Felix, Sadino, Filippo, Linda, Anna, Federica, Makura e Cosima.

donpasta
collabora con Geo and Geo (RAI 3), La Effe, Fahrenheit (Rai Radio 3). Il suo primo progetto, “Food sound system” è anche un libro, edito da Kowalski, e uno spettacolo multimediale, in tournée da ormai dieci anni. Nel 2009 ha pubblicato “Wine Sound System”, sempre con Kowalski, tradotto anche in francese; nel febbraio 2013 è uscito il suo terzo libro, “La Parmigiana e la Rivoluzione”, con Stampa Alternativa; nel 2014 infine “Artusi Remix”, edito da Mondadori. Collabora tra gli altri con Paolo Fresu, David Riondino, Daniele di Bonaventura. Scrive per Slow Food, la Repubblica, Left Avvenimenti e collabora con Smemoranda, Alias, Fooding, l’Università del Gusto di Slow Food, CasArtusi e Cultura gastronomica. Organizza a Roma il Festival Soul Food con Terreni Fertili e a Toulouse l’Academie des Cuisines Metisses. Attualmente è impegnato con CasArtusi nel progetto Artusi Remix, dedicato alla cucina popolare italiana.
www.donpasta.com

Richard Dorfmeister
Coautore dei progetti Kruder&Dorfmeister e Tosca – DJ e producer tra i più famosi al mondo, insieme a Peter Kruder, Richard Dorfmeister è diventato il Guru del Trip hop Style, alternando produzioni, live e lavoro in studio con la propria etichetta “G- Stone”. Gli artisti hanno attraversato la scena musicale elettronica, viaggiando tra l’underground e la produzione e realizzazione di remix per grandi star come Madonna e Depeche Mode. Ora dopo anni di tour in ogni parte del globo, Dorfmeister torna al suo lavoro in studio e al tanto amato deejaying con la sua eclettica dose di Dub House – Trip Hop N’ Electronic Breaks, attraversando i confini dei diversi generi e creando il suo personale Richard Dorfmeister deep Sound!
www.richarddorfmeister.com
www.ibremarketing.com
www.exotique.it


media partners

loghi-sito-0621

partners

loghi-sito-06212