Switch Language

Yamaha a mare – autunno 2016

Grazie all’importante partnership con Yamaha, mare culturale urbano realizza alcuni appuntamenti speciali, tra concerti di musica classica e jazz, jam session, master class e dimostrazioni di strumenti sempre a ingresso libero.

sabato 15 ottobre 2016
ore 12.00
Tra classica e jazz
Recital di flauto e pianoforte con musiche di W.A.Mozart, G.Verdi, N.Rota, S.Joplin, S.Pionieri
Con: Simone Pionieri – pianoforte, Aiva Elsina – flauto

Simone Pionieri si è formato nel Conservatorio “G. Verdi” di Milano e nella prestigiosa Accademia Chigiana di Siena.
Ha suonato in tutta Europa con repertori che spaziano dalla musica antica alla musica contemporanea alternando vari generi musicali.
Parallelamente alla sua attività di compositore ha portato avanti la sua attività concertistica: la sua raccolta “Piano album“, contenente nove brani pianistici,  ha debuttato in prima assoluta  nel Ravello Festival 2014.
Ha dedicato al mondo dei bambini due raccolte di brani pianistici: “Bambini in musica” e “Piano Serendipity – Genesi Musicale“.
Il suo lavoro discografico “Piano Album”, registrato con tecniche innovative, presenta composizioni inedite di Simone Pionieri.
Ha trascritto molti brani  per pianoforte tra cui “This is Halloween” di D. Elfman, tratto dal film “Nightmare Before Christmas”.
E’ direttore artistico del progetto Skysail Acoustic Lab.

Aiva Elsina è nata nel 1984 a Gulbene in Lettonia.
Inizia a suonare il flauto all’età di 11 anni. Succesivamente, si trasferisce a Riga per studiare presso l’Accademia di Musica Jazeps Vitols e nel 2009 ha conseguito il diploma di laurea magistrale “con eccelenza”.
Nel 2012 ha conseguito il diploma con il massimo dei voti di Biennio Sperimentale di II livello preso Conservatorio „Luca Marenzio” di Brescia.
Ha suonato in prestigiosi concerti in tutta Europa.
Aiva e’ la ideatrice del personaggio cartoon Aiva the Flutist, creato per coinvolgere l’interesse dei bambini verso musica e arte. 


sabato 22 ottobre 2016
dalle 16.00 alle 19.00
PIANO EXPLORER: alla ricerca del proprio suono.
Workshop di improvvisazione con Cesare Picco

Con Cesare Picco – pianista raffinato dalla suggestiva visione musicale e improvvisatore totale – avremo la possibilità di avvicinarci alla pratica dell’improvvisazione intesa come forma d’espressione fondamentale per la ricerca di un profondo rapporto con lo strumento e con se stessi.  Un’occasione unica e imperdibile, un incontro aperto e informale per cambiare l’approccio alla musica basterà conoscere il vento e saremo tutti in grado di improvvisare. Un pianoforte in mare aperto, per tutti.

 Pianista improvvisatore e compositore. Autore di balletti, opere liriche, progetti speciali e frequentatore trasversale di ogni ambito musicale. Inizia lo studio del pianoforte a quattro anni e si esibisce in tutto il mondo dal 1986, anno del suo primo concerto di musiche originali. Nella sua musica e nelle sue improvvisazioni totali, Sperimentazione e Tradizione si fondono in maniera naturale. In tempo reale, nei suoi concerti, riesce a trasferire la libertà dell’improvvisazione in una sapiente struttura formale, alla ricerca di un pianismo senza confini di genere. Moltissime le collaborazioni con artisti italiani e internazionali in svariati ambiti musicali. Nel 2009 crea “Blind Date – Concerto al buio”, concerto di pura improvvisazione nel quale artista e pubblico sono immersi nel buio assoluto. Nell’autunno 2015 pubblica il suo ultimo album, questa volta per clavicordo e archi barocchi “Original Sin”.  

Per assicuravi un posto scrivete a workshop@maremilano.org


sabato 29 ottobre 2016
ore 16.00
Demo strumenti Yamaha
Con: Lena Panfilova
Nel corso della presentazione verranno eseguiti diversi brani musicali in versione sia suonata che cantata e verranno descritte brevemente le principali caratteristiche di Avangrand e PSR 770.


sabato 12 novembre 2016
ore 17.00
Master class + Concerto Jazz
Con: Simone Pionieri


domenica 20 novembre 2016
ore 18.00
Concerto con Alberto Pizzo
Il pianoforte come strumento di racconto, di narrazione. Frammenti di vita e di viaggio trasformati in affascinanti storie musicali.

Il raffinato pianista napoletano, eseguirà brani dal suo ultimo lavoro: MEMORIES, realizzato presso gli Abbey Road Studio di Londra con la London Symphony Orchestra diretta dal premio Oscar Luis Bacalov.

 Nato a Napoli il 13 marzo 1980, Alberto Pizzo inizia a studiare pianoforte fin da giovanissimo, nel 2004 si diploma al Conservatorio “San Pietro a Majella” di Napoli e partecipa a vari Concorsi pianistici Nazionali ed Internazionali. Nel 2006 consegue la Laurea di Secondo Livello in Pianoforte da Concerto, nello stesso Conservatorio di Napoli. Nel febbraio 2007, come pianista solista, esegue per Rai International le musiche per un programma su Vincenzo Bellini e nello stesso anno è autore ed esecutore di musiche per il programma GEO & GEO di RaiTre. Nel 2009 tiene un concerto in Giappone nella nuova sede della Borsa di Tokyo, esibendosi sia da solista che accompagnando il soprano Yuki Sunami. Nel 2011 si trasferisce a New York, dove comincia ad esibirsi nei locali del Greenwich Village. All’inizio del 2012 Alberto Pizzo realizza per la Cinevox Record  il suo primo cd Funambulist. Il disco contiene alcune rivisitazioni di celebri colonne sonore: troviamo brani di artisti come Ennio Morricone, C.A. Bixio, Goblin, Bixio-Frizzi-Tempera, brani della tradizione napoletana e inediti. Al cd partecipa come special guest il sassofonista Francesco Cafiso. A novembre dello stesso anno, nell’ambito del Cabarete Jazz Festival a Santo Domingo, conosce il chitarrista e produttore Fabrizio Sotti, che da oltre 20 anni vive e svolge la sua attività a New York. Sotti diventa il produttore artistico del suo secondo album On The Way, oltre a intervenire come chitarrista in alcune tracce. Partecipano al progetto discografico, registrato nella primavera del 2013 dal vivo al Bunker Studio’s di New York, oltre a Fabrizio Sotti, musicisti quali Mino Cinelu, Renzo Arbore, Toquinho, con il quale duetta in una Bachianinha di Paulino Noughera e di David Knopfler, con il quale realizza un brano inedito registrato a Londra nell’ottobre 2013: il titolo del brano è “This ship has sailed”, il testo è scritto e cantato da Knopfler, la musica è di Pizzo, che suona al piano con Martin Ditcham ( batterista dei Rolling Stones, Sade, Elton John), Pete Shaw (bassista anche degli U2), Harry Bogdanovs (chitarrista di Elthon John, Westernhagen, John Farnham), Luca Signorini (primo violoncello del Teatro S. Carlo di Napoli). Il 9 agosto 2013 Alberto Pizzo si esibisce al Festival di Ravello durante lo spettacolo “Canzoni dal Secolo Breve”, evento inaugurale della mostra “C.A. Bixio – Musica e parole nel ‘900 italiano” presentato da Pippo Baudo. Nel 2014 il tour promozionale di On The Way, si apre con vari concerti prima in America, poi in Italia e Giappone: fra i piu’ rilevanti il concerto del 12 marzo al Metropolitan Room di New York, poi in Italia  l’8 maggio al Teatro Bellini di Napoli, dove Pizzo si esibisce improvvisando insieme a Chick Corea, ancora a New York il 4 giugno all’Highline Ballroom come unico artista italiano per il Blue Note Jazz Festival, il 2 luglio al Teatro Diana di Napoli, poi in agosto con diversi concerti in Giappone, a Tokyo, a Matsuyama City, a Okayama. Il 12 gennaio 2015, al Teatro Diana di Napoli Alberto Pizzo è protagonista in un nuovo progetto musicale “3 PIANO GENERATIONS” ( tre pianoforti sullo stesso palco ) con il premio Oscar Luis Bacalov e Danilo Rea. Progetto replicato con grande successo di pubblico presso il Porto Antico di Genova, con Luis Bacalov e Stefano Bollani. A marzo 2015, presso la sede europea di Yamaha ad Amburgo, viene nominato “Yamaha Artist”, avviando così una proficua collaborazione con il prestigioso produttore di pianoforti. 


sabato 26 novembre 2016
ore 12.00
Concerto Jazz con Luigi Ranghino

 Vercellese, classe 1958, Luigi Ranghino è compositore e musicista apprezzato in Italia e all’estero. Inizia lo studio del pianoforte con i maestri Pestalozza, Poli, e quelli di composizione con i Maestri Fellegara, Colla, Lorenzini e Garuti. Con il maestro D’Andrea studia Jazz, il genere in cui si specializzerà durante tutta la sua carriera. Nel 1991 forma il trio con il quale ha partecipato a rassegne ed a Festival Nazionali ed Internazionali. Molto importanti anche le collaborazioni, che lo portano a suonare, tra gli altri, con artisti del calibro di: John Ethergide, Alan Skidmore, Wayne Darling, Jim Dvorak, Monty Waters, Giovanni Tommaso, Attilio Zanchi, Tino Tracanna, Tiziano Tononi, Daniele Cavallanti,  Bireli Lagrene, Gianluca Petrella. Non disdegnando incursioni maggiormente sperimentali, suona anche con i Vilod, formati dal DJ Ricardo Villalobos e Max Loderbauer. 

sabato 3 dicembre
ore 18.30
Jam session jazz con Luigi Ranghino

Prendendo spunto da composizioni esistenti di epoche e generi differenti o da brani originali l’improvvisazione offre la possibilità di inventare precorsi sempre diversi ad ogni esecuzione. Accentando la sfida di nuovi elementi che sopraggiungono. Sconosciuti, imprevisti. Azzerando le conoscenze per entrare senza difese e senza precauzioni in un mondo magico e misterioso.


media partner 

logo-sa16-sito

in collaborazione conlogo-yamaha-sito


Scopri le prossime attività

Rimani aggiornata/o

Viaggia attraverso i progetti realizzati

Scopri via Novara 75


Per avere maggiori informazioni su mare culturale urbano:

  •  sale prova
  • percorsi di formazione
  • coworking
  • per affitto spazi e eventi 
  • per tutto il resto c’è